Omnes striges: una maledizione di secoli

L’ambiguità del titolo è voluta. Striges come civette e come streghe; l’assonanza oltre all’adesione fedele rispetto alle traduzioni letterale e figurata, ricorda il verso della civetta – stridente nella notte – e il modo comune per chiamare le donne (ma non solo) che praticassero qualsiasi tipo di magia (benefica o malefica) o si lasciassero sfuggire strani aneddoti riguardo voli notturni, trasformazioni in animali diabolici (e di nuovo ritroviamo ogni genere di strigiforme), unguenti dai balsamici effetti sabbatici, incantesimi con i più svariati elementi ctoni.