Tratto essenziale ed universale d’ogni cultura è sempre stata l’esigenza di piegare e plasmare la natura ai propri usi e bisogni nel tentativo di lasciare una traccia tangibile del proprio passaggio. L’uomo si è sempre cimentato nella costruzione di grandi edifici, monumenti e imponenti complessi architettonici con fini tanto logistici quanto culturali. Tali prodotti sono, infatti, serviti ad esprimere i bisogni sociali e religiosi d’intere comunità ma sono stati anche utilizzati per dimostrare la propria magnificenza ai posteri, per tentare cioè di lasciare un’importante eredità culturale che potesse simboleggiare le doti estetiche ed artigianali di quelle stesse popolazioni.