Neon Genesis Evangelion e la Kabbalah: dal Tempo di dolore al Tempo Benedetto

Chi si propone di analizzare in profondità Neon Genesis Evangelion sperimenta le sensazioni che provò Edipo nel trovarsi faccia a faccia con la sfinge. Compito gravoso e importante, questo, quantomeno per il rispetto che si deve agli innumerevoli fan di una serie straordinaria (alla quale va anche riconosciuto il merito di aver rilanciato l’industria dell’animazione nipponica dopo un decennio – fatte le dovute eccezioni – non certo esaltante, attraversato inoltre dalla crisi economica dei primi anni ‘90) ma soprattutto per quello che si deve a Hideaki Anno, creatore dell’anime prodotto nel 1995 dallo Studio Gainax, che col suo capolavoro ha inoltre assolto una mission pedagogica il cui messaggio di redenzione e rigenerazione non è stato a dire il vero compreso da molti dei suoi stessi destinatari.