La visione e il cosmo – Processi di costruzione della realtà tra i Crow del Nord America

Una delle questioni che turbavano Lowie fosse se Sole, il destinatario delle maggior parte delle preghiere, fosse o meno identificabile con Old Man Coyote, come a volte i Crow riferivano. Sole, che Lowie non esita a chiamare “dio”, sembra all’etnologo austro-americano privo di una propria personalità. Ora possediamo la chiave per comprendere anche questa questione: gli dei costituiscono la rappresentazione stabile di un cosmo in essere; le visioni costituiscono la rappresentazione temporanea di un mondo in divenire. Ai Crow, con il loro cosmo in perpetuo divenire, la domanda sul carattere permanente di Sole doveva apparire ben strana. Lungi dall’essere irrazionali i Crow manifestano così tutta la loro originale capacità creativa. Quello che appariva come una carenza religiosa si manifesta come una originalissima sintesi culturale.