On the Crow mithology. Il saggio analizza due miti Crow che evocano, per superarla, una crisi cosmica: il livello celeste e quello degli uomini rischiano di perdere le distinzioni, con risultati caotici, poiché un essere celeste è stato rifiutato da una fanciulla umana. I miti consentono di portare luce su alcuni dei codici dei Crow e sulle relazioni tra questi codici. In particolare sono fondate la separazione tra il livello umano e quello celeste e gli usi matrimoniali che caratterizzano gli uomini. L’analisi dei miti mostra anche come i Crow abbiano deliberatamente scelto di configurare i limiti del loro cosmo come ambigui, mai perfettamente delineati, allo scopo verosimilmente di poter affidare all’istituto della visione il compito di poter giocare su queste ambiguità per risolvere le singole crisi individuali.